Fiordaliso: disabilità, inclusione sociale priorità della nostra azione
Scardinare barriere fisiche e culturali, sostenere le famiglie coinvolte nell’assistenza

03/12/2013 | Salute.

salute2_large

Giornata internazionale delle Persone con Disabilità

Fiordaliso: disabilità, inclusione sociale priorità della nostra azione

 “Scardinare barriere fisiche e culturali, sostenere le famiglie coinvolte nell’assistenza, pretendere maggiore continuità e fruibilità dei servizi sanitari, favorire l’inclusione sociale e professionale.” Sono le linee guida che il Segretario Confederale UIL Carlo Fiordaliso traccia in favore delle non autosufficienze nella Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità.

“Ogni società Occidentale che si definisca civile – continua Fiordaliso – ha il dovere di porre al centro delle proprie politiche la tutela dei più bisognosi e nello specifico delle Persone con Disabilità, che nel nostro Paese rappresentano circa il 5% della popolazione.

Sono ancora troppe e intollerabilmente diffuse le discriminazioni e le violenze che si registrano nella quotidianità, per le strade, nelle scuole e sui luoghi di lavoro, che devono essere contrastate e debellate, ma non solo a parole, non solo nella data odierna che pur riveste un rilevante significato di sensibilizzazione.

Nel nuovo modello sociale che si sta riconfigurando e ricalibrando, deve divenire priorità assoluta la non autosufficienza, mettendo nelle condizioni i cittadini disabili di vivere una vita dignitosa e libera, a partire dal percorso scolastico, sino all’inserimento professionale, senza trascurare la delicata questione dell’assistenza socio-sanitaria che dovrà essere più efficace, continua ed accessibile anche per i familiari che accompagnino le cure ed infine l’agibilità architettonica e viabile nel solco dello slogan della Giornata (‘Rompi le barriere ed apri le porte; per realizzare una società inclusiva per tutti’).

Si sappia, che il nostro Sindacato dei Cittadini, da sempre in prima linea per una battaglia giusta e di civiltà, non farà sconti agli attori Istituzionali sovente sordi a queste istanze, basti pensare alla scure sugli insegnanti di sostegno e sul Fondo per le non autosufficienze.

Ci mobiliteremo nelle piazze nei prossimi giorni ed avvieremo una task force con le realtà del Terzo Settore –  conclude il Segretario Confederale – per incalzare una Legge di stabilità iniqua e per affermare il valore dei Diritti e l’importanza della Persona.”

(*Fonti:

http://www.uil.it)

Share

About Author

admin

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.