Le aziende stanno uscendo dalla crisi? Assolutamente no

cassa_integrazione

12/09/2014 | Occupazione.

Dichiarazione di Guglielmo Loy – Segretario Confederale UIL

Con 11,5 milioni di ore di cassa integrazione in deroga richieste dalle aziende (stiamo parlando di oltre 67 mila lavoratori), il mese di agosto è quello che, rispetto allo stesso mese dei precedenti anni di crisi, ha totalizzato il minor numero di ore richieste. Addirittura un quarto di ore autorizzate rispetto ad agosto 2013.

Significa che le piccole e piccolissime aziende stanno uscendo dalla crisi? O che il complessivo calo delle ore autorizzate nel mese è dovuto ad una ripresa economica? Assolutamente no. Il dato è determinato sia dalla coincidenza con il mese di ferie (quindi il calo ha una sua matrice fisiologica), sia, per quanto riguarda la cassa in deroga, dalla persistente carenza di risorse dovute al blocco amministrativo.

I dati, quindi, non devono ingannare circa la reale situazione in cui versano aziende e lavoratori. Il tutto comprovato dalla massiccia dose di ore autorizzate di cassa integrazione straordinaria, 55 milioni nel mese di agosto, per complessivi 413 milioni da gennaio di quest’anno, quota mai raggiunta nei precedenti anni di crisi.

La crisi morde ancora pesantemente su aziende e lavoratori e, per le piccole aziende, la cassa in deroga e i suoi stanziamenti sono l’unica fonte di ossigeno per la sopravvivenza delle piccole aziende e per il mantenimento del posto di lavoro di chi ne è occupato.

Roma, 12 settembre 2014

(*Fonti:
http://www.uil.it/)

Share

About Author

Alessandro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.