NEWS Top News UIL CSP FROSINONE — 26 gennaio 2015

eurozona_large23/01/2015 | Occupazione

DICHIARAZIONE DI CARMELO BARBAGALLO SEGRETARIO GENERALE UIL
“La decisione sul Quantitative Easing è importante, ma non è affatto scontato che abbia ricadute positive sull’economia reale e sull’occupazione in Europa e, in particolare, nel nostro Paese”. È quanto ha detto oggi il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, concludendo ad Ancona i lavori del Consiglio Confederale della Uil delle Marche.
“Aumenterà la liquidità – ha proseguito Barbagallo – ma bisognerà poi vedere come sarà utilizzata dalle banche, che saranno comunque le principali beneficiarie dell’operazione.  La crisi continua a mordere e tutti gli Istituti europei e internazionali prevedono ancora deflazione e stagnazione. In Italia – ha precisato il leader della Uil – la situazione è desolante e le prospettive occupazionali sono negative perché scarseggiano investimenti pubblici e privati, unico vero ricostituente per lo sviluppo dell’economia. In questo quadro, sono oltre 9 milioni i lavoratori in attesa del rinnovo dei contratti collettivi nazionali di lavoro.
Se si considera che, in questi anni, c’è stato un aumento esponenziale della tassazione locale, è del tutto evidente che il loro potere di acquisto si è notevolmente ridotto. Così – ha concluso Barbagallo – la crescita del Paese è destinata a restare solo nelle nostre speranze deluse e nella facile propaganda del Governo”.

23 gennaio 2015

(*Fonti:
www.uil.it
)

Share

About Author

Alessandro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.