NEWS Top News UIL CSP FROSINONE — 23 marzo 2015

Barbagallo_libera_201521/03/2015 | Sindacato. 

Il Segretario generale della UIL, Carmelo Barbagallo, ha partecipato alla manifestazione organizzata da Libera e ha letto dal palco i nomi di alcune vittime innocenti della mafia.

Si conferma così, pure quest’anno, l’impegno della UIL che vuole mantenere viva la memoria, tra gli altri, anche del suo dirigente siciliano, Domenico Geraci, assassinato dalla mafia alla fine degli anni Novanta. Peraltro, lo stesso Barbagallo, amico personale di Geraci, fu fatto segno di intimidazioni e di un attentato.

“È stata una giornata bellissima – ha dichiarato Barbagallo a margine della manifestazione – con un’eccezionale partecipazione di giovani: soprattutto per loro e per il loro futuro bisogna dare continuità a questa battaglia e occorre fare ancora di più.

Il Governo, in particolare, avrebbe dovuto varare una legge a tutele crescenti contro l’illegalità e la corruzione. Non ci può essere progresso, sviluppo e occupazione senza una lotta all’illegalità diffusa nel nostro Paese”.      

Roma, 21 marzo 2015

(*Fonti:
www.uil.it
)

Share

About Author

Alessandro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.