NEWS Top News UIL CSP FROSINONE — 16 novembre 2015

barbagallo_l20

Il leader della UIL, ad Antalya, parla al Labour20, il forum sindacale propedeutico al G20

13/11/2015 | Sindacato.

INTERVENTO DEL SEGRETARIO GENERALE DELLA UIL, CARMELO BARBAGALLO, AL LABOUR20, IL FORUM SINDACALE PROPEDEUTICO AL G20.

Il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, è intervenuto, oggi, ad Antalya in Turchia, al Labour20, il Forum sindacale propedeutico al G20, presenti anche rappresentanti di Governi, Istituzioni e Associazioni dei Paesi del G20.

“Bisogna investire nelle politiche di protezione e di cura anche come volano per l’occupazione, femminile e non solo”. E’ questo il senso della relazione svolta dal leader della Uil.

“La povertà si diffonde, mentre i sistemi di welfare complessivi sono stati notevolmente ridimensionati. Ecco perché – ha sottolineato Barbagallo – occorre rilanciare un modello di protezione sociale giusto ed efficiente, destinando più risorse a garanzia dei livelli essenziali di assistenza e delle prestazioni sociali. Ciascun Paese, ad esempio, dovrebbe farsi carico delle persone con disabilità gravi. Anche un impegno diretto del settore pubblico nei servizi educativi per la prima infanzia è fondamentale: si contribuirebbe così al raggiungimento dell’obiettivo “25/25”: aumentare cioè del 25% l’occupazione femminile entro il 2025. I Governi nazionali, inoltre, devono promuovere soluzioni per le specifiche esigenze in termini di alloggio, trasporto e infrastrutture urbane per i cittadini più anziani e devono sviluppare piani per la salute attenti alla prevenzione e sensibili all’integrazione socio-sanitaria. Va rimodulata, infine, la fiscalità generale rendendola più equa e attenta alle esigenze della popolazione, a partire da quelle dei cittadini over 65 e delle donne che vanno sostenute nell’ardua funzione di mettere insieme il ruolo di madri e di lavoratrici”.

Barbagallo, infine, è intervenuto anche sulla questione delle pensioni. “Bisogna favorire quella che viene definita la “staffetta generazionale, dando  flessibilità in uscita dal lavoro e stabilità ai giovani, creando le condizioni perché i nuovi pensionati siano impegnati, poi, in lavori socialmente utili”.

13 novembre 2015

Uil Frosinone

(*Fonti:
www.uil.it
)

Share

About Author

Alessandro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.