NEWS Top News UIL CSP FROSINONE — 26 maggio 2016

 barbagallo_mezzogiorno

Sui contratti la Confindustria segua l’esempio della Germania

25/05/2016 | Previdenza.

Il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, ha partecipato questa mattina a Lamezia Terme a un convegno organizzato dalla Uil pensionati e dalla Feneal Uil su “Mezzogiorno, infrastrutture, legalità, lavoro”. È stata anche l’occasione per ribadire la posizione dell’Organizzazione sulle pensioni e sui rapporti con il Governo, all’indomani dell’importante confronto al Ministero del Lavoro. Alla vigilia dell’Assemblea di Confindustria, inoltre, Barbagallo ha inviato un messaggio al nuovo vertice dell’Associazione imprenditoriale su riforma della contrattazione e contratti. “Si è aperto un confronto con il Governo – ha detto il leader della Uil – che auspico sia leale, concreto e completo. Non la chiamerei concertazione, né darei altri aggettivi. Vogliamo discutere nell’interesse del Paese, dei lavoratori, dei pensionati e dei giovani in cerca di lavoro.

Ci aspettiamo risposte alle nostre rivendicazioni, alla nostra piattaforma.

Speriamo che questo confronto si concluda positivamente e di non essere costretti a mettere in campo altre iniziative. Non pensiamo di ottenere tutto e subito – ha precisato Barbagallo – vogliamo discutere seriamente delle prospettive, ma dobbiamo restituire potere d’acquisto ai pensionati, rivalutando le pensioni, e ai lavoratori, rinnovando i contratti pubblici e privati. Occorre, inoltre, dare stabilità ai giovani, riducendo drasticamente la precarietà che oggi trova spazio nell’abuso dei voucher.

Per quel che riguarda, in particolare, il tema delle pensioni, noi ribadiamo che debbono essere erogate dall’Inps, che è necessario separare la previdenza dall’assistenza e che bisogna costruire la flessibilità verso il pensionamento considerando che non tutti i lavori sono uguali”. Il leader della Uil, poi, ha inviato una ‘missiva’ all’indirizzo di viale dell’Astronomia: “Domani si insedia il nuovo presidente di Confindustria.

Cgil, Cisl, Uil sono stati gli unici a predisporre una proposta unitaria sul nuovo modello di relazioni industriali e sul nuovo sistema  contrattuale. Ci auguriamo – ha sottolineato Barbagallo – che la Confindustria si renda conto che il Paese deve riprendere la strada dello sviluppo: i loro colleghi tedeschi dell’industria metalmeccanica hanno firmato accordi per incrementi salariali del 4,8%. È questa la strada da seguire. Se i lavoratori non recuperano il potere d’acquisto, se non si adeguano le pensioni, se non si offrono occasioni di lavoro ai giovani – ha concluso il leader della Uil – questo Paese la riprese la vedrà solo col binocolo”.

Lamezia Terme, 25 maggio 2016

Uil Frosinone

(*Fonti:
www.uil.it)

Share

About Author

Alessandro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.