NEWS Top News UIL CSP FROSINONE — 26 maggio 2016

barbagallo_tavolo

Abbiamo ribadito il nostro «no» alle penalizzazioni

24/05/2016 | Previdenza.

«Dal punto di vista del metodo abbiamo iniziato con il piede giusto, speriamo che sia così anche quando affronteremo il merito».

È questo il giudizio sintetico che il Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, ha espresso al termine dell’incontro svoltosi al ministero del Lavoro tra Governo – presenti il ministro Poletti e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Nannicini – e Cgil, Cisl, Uil. All’ordine del giorno il tema della previdenza, ma non solo. Il ministro, infatti, ha dichiarato che saranno affrontati anche alcune questioni relative al capitolo ‘lavoro’.

“Abbiamo inseguito questo incontro per lungo tempo – ha detto Barbagallo – e, finalmente, siamo riusciti a ottenerlo. Noi abbiamo presentato la nostra piattaforma e le nostre posizioni sono chiare e note. Discuteremo ora su due tavoli: uno relativo alle pensioni e l’altro ad alcuni temi del lavoro. A quest’ultimo proposito, noi pensiamo che debbano essere regolamentati, in particolare, i voucher e gli ammortizzatori sociali. Al momento abbiamo affrontato solo i titoli, non siamo ancora entrati nel merito. Ci rincontreremo a giorni e verificheremo. Intanto – ha sottolineato Barbagallo – per quel che riguarda la flessibilità verso la pensione, abbiamo ribadito la nostra contrarietà alle penalizzazioni”.

Il leader della Uil, infine, ha ricordato che, in merito alle relazioni industriali, il Sindacato è l’unico soggetto ad aver presentato una piattaforma per la riforma del modello contrattuale, già in discussione con alcune parti sociali e, dunque – ha precisato – “sarebbe bene che su questo argomento il Governo non intervenisse”.

Nei prossimi giorni, il ministero del Lavoro invierà ai Sindacati un verbale dell’avvenuta riunione nel quale saranno definiti i titoli e i prossimi appuntamenti per il confronto di merito.

24 maggio 2016


Uil Frosinone

(*Fonti:
www.uil.it)

Share

About Author

Alessandro

(0) Readers Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.