NEWS Top News UIL CSP FROSINONE — 29 giugno 2018

«Non tutte le idee espresse sono chiare, ma siamo pronti a confronto»

22/06/2018 | Sindacato.

Il ministro del lavoro e dello sviluppo, il vice premier, Luigi Di Maio, ha parlato oggi dal palco del XVII Congresso nazionale della Uil.

Un intervento molto atteso dalla platea, un segno della volontà del nuovo Governo di non generare contrapposizioni preconcette.

Di Maio, intervistato in diretta streaming dalla Uil TV, è stato esplicito: «Io credo – ha detto – che sia sempre necessario il dialogo e nello specifico non vedo come si possa andare avanti sulle grandi questioni del paese senza dialogare con coloro che rappresentano la parte dei lavoratori italiani, cioè i Sindacati. Sono disponibile – ha proseguito il vice premier – e credo che sia il minimo sindacale».

Il commento del Segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, alle parole di Di Maio è stato immediato.

“Le aperture fatte oggi dal vice premier – ha sottolineato Barbagallosono importanti per il Sindacato. Abbiamo avuto una dimostrazione di buona volontà, non tutte le idee espresse sono chiare, però vogliamo confrontarci”.

Il leader della Uil, poi, ha ricordato le difficoltà e i contrasti che caratterizzarono il rapporto iniziale tra i precedenti Governi di centro-sinistra e le parti sociali. “Quattro anni fa è stata sostenuta l’idea secondo cui i corpi intermedi fossero inutili. Poi è passato il tempo e, di recente, siamo riusciti a fare gli accordi sia con il Governo Renzi sia con il Governo Gentiloni. Ora – ha sottolineato Barbagallo – dovremo fare gli accordi anche con il Governo Conte. Noi siamo sempre disponibili a dare una mano nel merito delle questioni, non facendoci mai fuorviare dalla propaganda, che va bene per le campagne elettorali, ma non per risolvere le questioni”.

In mattinata, intanto sono intervenute anche la Segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, e la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan.

La Camusso ha apprezzato la proposta, avanzata ieri dal leader della Uil, di definire  una piattaforma comune per la rinascita e lo sviluppo.

D’accordo anche la Furlan secondo cui è necessaria una forte azione con Cgil e Uil per iniziare un confronto serio con il nuovo Governo sullo sviluppo del Paese.

Domani, in mattinata, le conclusioni del Congresso con l’intervento di Barbagallo e l’elezione della nuova Segreteria.

 

UIL Frosinone

 

(*Fonti:

www.uil.it)

Share

About Author

Alessandro

(0) Readers Comments

Comments are closed.