NEWS — 30 Settembre 2019

 

27/09/2019 | Pubblico_Impiego. 

 

 

DICHIARAZIONE DEL SEGRETARIO CONFEDERALE UIL ANTONIO FOCCILLO

 

Accogliamo positivamente le recenti dichiarazioni della Ministra Dadone e, in particolar modo, apprezziamo il suo dietro front sulla rilevazione biometrica della presenza in servizio dei lavoratori che, parafrasando la Ministra, rappresenta un uso criminalizzante della tecnologia che sortisce l´effetto contrario di deprimere chi ogni mattina si reca sul posto di lavoro con energia ed entusiasmo. Un concetto, questo, che la UIL, insieme alle perplessità sull’invasività dello strumento sotto il profilo della garanzia della privacy del lavoratore, in più occasioni e in più sedi aveva abbondantemente ribadito.

 

Fa il paio poi con questa posizione anche la forte apertura alla diffusione delle forme di lavoro agile che, usando le sue parole, «accrescono la soddisfazione professionale, il senso di appartenenza e, dunque, il rendimento, la produttività del lavoro», sempre garantendo e vigilando, tuttavia, sul rispetto del bilanciamento dei tempi vita lavoro.

 

E ancora. Si è annunciata, a nome del Governo, l´intenzione di superare compiutamente gli anni del blocco del turn over attraverso il rafforzamento degli organici, soprattutto in comparti strategici ai servizi. Come è, del resto, un importante impegno quello della promozione della formazione continua per valorizzare le professionalità già in servizio.

 

Insomma siamo di fronte a degli ottimi propositi che rappresenterebbero un significativo cambio di impostazione nei confronti di una Pubblica Amministrazione che per troppo tempo è rimasta all’angolo e che invece richiede programmazione e soprattutto investimenti.

 

È per questo che, però, i buoni propositi devono essere accompagnati da un lavoro condiviso e dal confronto con le parti sociali che rappresentano questi lavoratori.

 

A tal fine, rinnoviamo pertanto alla neo Ministra l´appello affinché ci convochi al più presto per affrontare da subito le tante vertenze che già nella prossima legge di bilancio esigono una risposta compiuta, a partire dal finanziamento per i rinnovi contrattuali scaduti a dicembre del 2018.

 

 

 

27.09.2019

 

UIL Frosinone

 

(*Fonti:

www.uil.it)

Share

About Author

silvia_m

(0) Readers Comments

Comments are closed.