NEWS — 04 Ottobre 2019

03/10/2019 | Immigrazione. 

 

 

Oggi, 3 ottobre, ricordiamo le vittime dell’immigrazione.

 

La Giornata è stata istituita con Legge dello Stato in ricordo del 3 ottobre 2013, quando un’imbarcazione carica di migranti affondò a mezzo miglio dalle coste di Lampedusa. Si trattò del naufragio più grave accertato in termini di perdite di vite umane: 368 morti certi, altri venti presunti.

 

Da allora sono morte oltre 19 mila persone nel tentativo di attraversare il Mediterraneo e raggiungere le coste dell´Europa, nella speranza di un futuro migliore. In particolare nel 2018, l´UNHCR ha registrato 2.275 persone che hanno perso la vita o sono finite disperse nel Mediterraneo.

 

Purtroppo la maggior parte degli incidenti accadono vicino alle coste della Libia, anche a causa dello scarso impegno della Guardia costiera libica e della guerra civile in corso.

 

Chiediamo ai Governi europei un rinnovato impegno nel compito di ricerca e salvataggio di migranti e profughi in difficoltà. Per la UIL le vite umane e la loro salvaguardia vengono prima di qualsiasi priorità o scelta politica. Ricordiamo con dolore quel 3 ottobre 2013, impegnandoci perché non vi siano mai più vittime dell´immigrazione.

 

3 ottobre 2019

 

UIL Frosinone

 

(*Fonti:

www.uil.it)

Share

About Author

silvia_m

(0) Readers Comments

Comments are closed.